Olmo

NOME BOTANICO

Ulmus campestris, Ulmus carpinifolia, Ulmus glabra, Ulmus nitens, Ulmus suberosa, Ulmus tiliaefoglia. Appartiene alla famiglia delle Ulmaceae.

NOMI COMMERCIALI

Feldulme (Germania); Orme champetre, Ormeau (Francia); Smooth leaved elm (Inghilterra).

AREALE DI CRESCITA

L'albero cresce nell'Europa centrale e meridionale, ed ugualmente in Scandinavia, nel Nord Africa e nell'Asia Minore. Gli olmi si trovano diffusamente nell'emisfero settentrionale; i loro legni differiscono un poco come carattere sebbene siano in genere simili. Importanti sono l'olmo rosso americano e l'olmo bianco americano, l'olmo inglese, quello olandese, l'olmo montano d'Europa, l'olmo giapponese.

CARATTERISTICHE TECNOLOGICHE

L'olmo ha un aspetto caratteristico con una evidente figura degli anelli di accrescimento, una tessitura grezza e spesso una grana irregolare. Il legno è bruno pallido, talvolta con una sfumatura rossastra o, come l'olmo montano, una sfumatura verdastra. L'olmo rosso americano è un legno pallido e pesante; anche l'olmo montano è abbastanza denso, gli altri moderatamente leggeri. Alburno e durame sono bene differenziati. L'alburno è stretto, di colore grigio-giallastro chiaro. Il legno è molto decorativo e gode fama di essere uno dei migliori legni europei per mobili ed arredamento. E' un legno moto resistente alla pressione ma meno alla trazione, ed è sufficientemente elastico.

ESSICCAZIONE

L'olmo essicca prontamente sebbene con una tendenza a deformarsi se ha la grana irregolare. L'olmo rosso americano è apprezzato per la sua robustezza, ma in genere l'olmo non è un legno forte; può però essere piegato con molto successo. Si lavora bene e, sebbene non sia particolarmente resistente ai funghi, ha una lunga vita in condizioni di permanente immersione; piccoli tronchi, scavati e usati come tubazioni sono stati riscoperti in buone condizioni dopo secoli di uso.

PESO SPECIFICO

Il peso specifico dei segati stagionati all'aria varia molto ed oscilla tra 550 e 850 chilogrammi per metro cubo.

USI PRINCIPALI E LAVORAZIONE

L'olmo è usato per scopi strutturali dove il legno è permanentemente umido, nella finitura di barche e chiatte, per opere portuali e pilotaggi: si dice che il Ponte di Rialto di Venezia poggi su piloni di olmo. È il legno tradizionale per cofani mortuari, tavole per rivestimenti esterni e per i sedili delle sedie Windsor. Oggi è largamente usato nei mobili per il suo effetto decorativo, e per pavimenti. È tornito per bocce e usato per i ceppi dei macellai, poiché resiste alla fessurazione. La sua lavorazione, in genere, non presenta alcuna difficoltà. La finitura delle sue superfici si compie perfettamente. Tutte le giunzioni con colla, viti e chiodi tengono bene. Si può tornire, tranciare e sfogliare. Data la sua notevole diffusione, il commercio dell'olmo ha una importanza strettamente locale. Maggiore importanza ha avuto invece l'olmo americano, ricercato un tempo dai costruttori di mobili.

 

 

Powered by Duck Informatica